CLICCA QUI SE TI PIACE

INNAMORATI DELLA MADONNA DEL SASSOLINO E DEL CUORE DI GESÚ: GOCCE DI LUCE.

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista degli utentiLista degli utenti   Gruppi utentiGruppi utenti   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Benedizione agli amici del FORUM:Per intercessione del Cuore Immacolato di Maria vi benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo. Amen.Don Armando Maria... Vi comunichiamo che è online il nuovo sito www.goccediluce.org. Lo Staff
Leonard Cohen

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Le Poesie dei Grandi Poeti
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Beldanubioblu



Registrato: 24/09/05 18:59
Messaggi: 2017
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

MessaggioInviato: Ven Ago 31, 2007 5:57 pm    Oggetto: Leonard Cohen Rispondi citando

Leonard Cohen


Cantante ma anche autore e poeta, il canadese Leonard Cohen nasce a Montreal, in Quebec, il 21 settembre 1934.
Conclusi gli studi si trasferisce a New York. Poi si trasferisce in Grecia e nei primi anni '60 pubblica due romanzi, "The favourite game" (1963) e "Beautiful Losers" (1966). Continua a girare il mondo: passa alcuni anni in un monastero buddista californiano assumendo il nome di Jikan, che significa "il silenzioso"; vive a Cuba durante il periodo della rivoluzione; poi torna a New York.

Nel suo libro di poesie "The Parasites of Heaven" compaiono alcuni testi (tra cui la celebre "Suzanne") che successivamente diventeranno canzoni. Solo nel 1966 grazie alla sua canzone "Suzanne" inizia a conoscere il successo a livello musicale.

Grazie all'incoraggiamento dell'amica Judy Collins, cantautrice, decide di pubblicare il suo primo disco. E' il 1968 e il disco si intitola semplicemente "Songs of Leonard Cohen": l'album riscuote subito un buon successo.

I lavori successivi sono "Songs from a Room" (1969), "Songs of love and hate" (1971) e "Live songs" (dal vivo). Poi entra in un periodo di crisi personale dal quale esce pochi anni più tardi con la pubblicazione di "New skin for the old ceremony" (1974).

Alla fine degli anni '80 vive in California, a Los Angeles. Dopo l'apocalittico "The Future" (1992) Cohen decide di ritirarsi di nuovo in un monastero buddista in California; trascorre così un periodo di meditazione e si prende cura dell'anziano maestro Roshi, dal 1993 fino al 1999.

Dopo quasi dieci anni di silenzio discografico la sua casa discografica pubblica i dischi live "Cohen Live" (1994) e "Field Commander Cohen" (2000, registrazioni di concerti del 1978), e "More Greatest Hits" (1997).

Dopo il 2000 si rimette al lavoro con la sua vecchia collaboratrice Sharon Robinson e pubblica all'età di 67 anni l'album "Ten New Songs" (2001).

Tra i brani più celebri di Cohen vi sono: "The famous blue Raincoat", "The Partizan", "So long Marianne", "Chelsea Hotel #2", "Sisters of Mercy", "Hallelujah" (resa ancor più famosa da molteplici cover, ed in particolare da quella di Jeff Buckley) e "Bird on a Wire".

Qualcuno ha definito la calda e inconfondibile voce di Leonard Cohen come la voce "di un rasoio arrugginito". Cohen è autore di liriche toccanti e arrangiatore eclettico. Per alcuni ha rivoluzionato addirittura la figura del cantautore avvicinandolo al poeta.

Sin dagli anni '60 ha lavorato come compositore per l'industria cinematografica e televisiva: la sua più importante collaborazione è stata "Assassini nati" (Natural Born Killers, 1994), per il regista Oliver Stone.

Leonard Cohen ha avuto una relazione sentimentale nota; sua compagna è stata l'attrice Rebecca De Mornay, da cui ha avuto anche il figlio Adam nel 1972, che ha seguito le orme professionali del padre diventando un cantante. Nel 1974 nasce anche Lorca, così chiamata per la passione verso il poeta Federico Garcia Lorca.





aforismi

La poesia è la prova della vita. Se la tua vita arde, la poesia è la cenere.
Una donna guarda il suo corpo con difficoltà, come se fosse un inaffidabile alleato nella battaglia per l'amore.

Il vero amore non lascia tracce/Se tu e io siamo una cosa sola/Si perde nei nostri abbracci/Come stelle contro il sole/Come una foglia cadente può restare/Un momento nell'aria/Così come la tua testa sul mio petto/Così la mia mano sui tuoi capelli[...]

In occidente non esiste la cultura del perdente, solo l'esaltazione del vincitore. Ma è nella sconfitta che si manifesta la gloria dell'uomo.

C'è una crepa in ogni cosa. Ed è da lì che entra la luce.

Il vero amore non lascia tracce/Come la bruma non lascia sfregi/Sul verde cupo della collina/Così il mio corpo non lascia sfregi/Su di te e non lo farà mai[...]


un clik per ascoltare Cohen


_________________
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)


Ultima modifica di Beldanubioblu il Ven Ago 31, 2007 6:41 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Beldanubioblu



Registrato: 24/09/05 18:59
Messaggi: 2017
Località: Triginto/Mediglia (Milano)

MessaggioInviato: Ven Ago 31, 2007 6:23 pm    Oggetto: Rispondi citando




Questo è per te


Questo è per te
è il mio intero cuore
è il libro che ti avrei letto
quando fossimo stati vecchi
Adesso sono un'ombra
Sono senza pace come un impero
Tu sei la donna
che mi ha reso libero
Ti ho vista guardare la luna
Non hai esitato
ad amarmi con essa
Ti ho vista onorare gli anemoni
colti tra le rocce
mi hai amato con essi
Sulla sabbia liscia
tra i ciottoli e la spiaggia
mi hai accolto nel cerchio
meglio ancora di come si accoglie un ospite
Tutto ciò è accaduto
nella verità del tempo
nella verità della carne
Ti ho vista con un bambino
mi hai portato al suo profumo
e alle sue visioni
senza chiedermi sangue
Su tantissimi tavoli di legno
adornati con cibo e candele
mille sacramenti
che hai portato nel tuo cesto
Ho visitato la mia creta
Ho visitato la mia nascita
fino a quando sono tornato piccolo
ed impaurito abbastanza
da nascere di nuovo
Ti ho voluta per la tua bellezza
mi hai dato più di te stessa
Hai condiviso la tua bellezza
questo è tutto ciò che ho appreso stanotte
mentre ricordo gli specchi
dai quali sei scomparsa
dopo che hai donato loro
ciò che essi ti chiedevano
per la mia iniziazione
Adesso sono un'ombra
desidero ardentemente
giungere alla fine del mio peregrinare
e vado avanti
con l'energia della tua preghiera
e procedo
in direzione della tua preghiera
poiché tu sei inginocchiata
come un mazzolino di fiori
in una grotta di ossa
dietro la mia fronte
e mi muovo in direzione di un amore
che hai sognato per me





Il vero amore non lascia tracce

Come la bruma non lascia sfregi
sul verde cupo della collina
così il mio corpo non lascia sfregi
su di te e non lo farà mai
Oltre le finestre nel buio
i bambini vengono, i bambini vanno
come frecce senza bersaglio
come manette fatte di neve
Il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola
si perde nei nostri abbracci
come stelle contro il sole
come una foglia cadente può restare
un momento nell'aria
Così come la tua testa sul mio petto
così la mia mano sui tuoi capelli
E molte notti resistono
senza una luna, senza una stella
così resisteremo noi
quando uno dei due sarà via, lontano .




Vivi come un dio

(traduzione di Alessandra C.)


Vivi come un Dio
da qualche parte dietro ai nomi
che ho per te;
il tuo corpo è fatto di reti
in cui si è ingarbugliata la mia ombra;
la tua voce è perfetta e imperfetta
come petali dell'Oracolo
in una massa di margherite.
Onori il tuo Dio
con bruma e valanghe
ma tutto ciò che ho
è la tua religione senza promesse
e monumenti che precipitano
come stelle su un campo
dove dicevi di non aver mai dormito.
Sagomandoti le unghie
con la lama d'un rasoio
e leggendo l'opera
come un Libro dei Proverbi
che nessun uomo scriverà per te,
una membrana smessa
della voce che usi
per avvolgere il tuo silenzio
si lascia trasportare tra noi due dalla forza di gravità
e qualche meccanismo
della nostra vita quotidiana
le imprime sopra una domanda ordinaria
come il Padrenostro innalzato
su una moneta laminata.
Già prima di cominciare a risponderti
so che non mi starai ad ascoltare.
Siamo insieme in una stanza,
è una sera di ottobre,
nessuno scrive la nostra storia.
Chiunque ci trattenga qui nel mezzo di una Legge,
lo odo ora
lo odo respirare
mentre decora magnificamente le nostre semplici catene.






Benvenuta a questi versi


C'è una guerra in corso
ma cercherò di renderti la vita facile
Non seguire i miei discorsi
nascono solo dal mio nervosismo
Non ti feci l'amore
quand'eravamo studenti dell'Est?
Sì, questa casa è diversa
il villaggio presto cadrà
Ho eliminato tutto quello
che avrebbe potuto servire al nemico
Resteremo soli
finché i tempi non cambieranno
e coloro che hanno tradito
torneranno come pellegrini a questo momento
in cui noi non ci arrendemmo
a chiamare quest'oscurità "poesia".






Come la nebbia non lascia cicatrici


versione in lingua originale
Come la nebbia non lascia cicatrici
sul verde cupo della collina,
così non ne lascia il mio corpo su di te, né mai ne lascerà.
Quando il vento e il falco s'incontrano,
che cosa rimane di duraturo?
Allo stesso modo ci incontriamo,
io e te,
per poi rigirarci e dormire
Come tante notti resistono
senza la luna né una stella,
così anche noi resisteremo,
quando uno di noi sarà via, lontano.





Poesia

Mi è giunta voce di un uomo
che parla in modo così magnifico
che se solo pronuncia il loro nome
le donne gli si offrono.

Se sto muto di fronte al tuo corpo
mentre il silenzio sboccia come tumori sulle nostre labbra
è perché odo un uomo salire le scale




Il Genio

("Per te sarò un ebreo del ghetto..")

versione in lingua originale
Per te
sarò un ebreo del ghetto
e ballerò
e indosserò calze bianche
sulle mie gambe storte
e fiumi di veleno
attraverseranno la città
Per te
sarò un giudeo apostata
e dirò al prete spagnolo
del voto di sangue
nel Talmud
e dove sono nascoste
le ossa dei bambini
Per te
sarò un ebreo bancario
e porterò alla rovina
un vecchio orgoglioso re cacciatore
e terminerò la sua stirpe
Per te
sarò un ebreo di Broadway
e piangerò nei teatri
per mia madre
e venderò oggetti da mercato
sottobanco
Per te
sarò un medico ebreo
e cercherò prepuzi
nei bidoni della spazzatura
per ricucirli di nuovo
Per te
sarò un ebreo Dachau
e giacerò sul cemento
con gambe storte
gonfio di dolore
e nessuno capirà







Non devi amarmi




Non devi amarmi
solo perché
sei tutte le donne
che ho mai voluto
Sono nato per seguirti
ogni notte
mentre sono ancora
in tanti uomini che ti amano

Ti incontro ad un tavolo
Prendo tra le mani il tuo pugno
in un solenne tassì
Mi sveglio solo
con la mia mano nella tua assenza
all'Hotel Discipline

Ho scritto tutte queste canzoni per te
Ho consumato candele rosse e nere
a forma di uomo e di donna
Ho sposato il fumo
di due piramidi di legno di sandalo




Klikka x il video


_________________
Il sole non ti serve per vedere perchè tu luce sei in mezzo al buio...(Lucia Di Iulio)


Ultima modifica di Beldanubioblu il Ven Set 07, 2007 1:16 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Le Poesie dei Grandi Poeti Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group